Luci per la mia bici

Quali luci scegliere per la mia bici?

Valuta post

L’illuminazione della bicicletta è essenziale per essere perfettamente visibili come ciclisti e per pedalare in sicurezza in un periodo dell’anno in cui le giornate si accorciano. La FUB ci ricorda che vedere ed essere visti è fondamentale per un ciclista.

Ma come scegliere l’illuminazione giusta per la vostra bicicletta? Sono indispensabili fari, luci posteriori, catarifrangenti e gilet fluorescenti. Cyclable va oltre, offrendo una selezione di accessori di sicurezza innovativi per soddisfare le esigenze di ogni ciclista: illuminazione per bici elettriche o city bike, illuminazione per ghiaia o cargo. Quest’anno il cambio d’orario sarà delicato…

Illuminazione integrata per biciclette

L’illuminazione a LED integrata è un’ottima soluzione per essere perfettamente visibili quando si pedala. La luce è montata all’interno di uno dei componenti della bicicletta, sul reggisella o sul manubrio.

Questo sistema è utilizzato dai marchi di fascia alta. Oltre a conferire alla bicicletta un aspetto estetico particolare, poiché consentono un design più snello, aumentano la visibilità e quindi la sicurezza del ciclista.

Queste luci integrate presentano altri vantaggi: sono discrete, impermeabili e il furto è quasi impossibile, a differenza di molte luci per biciclette che possono essere prese di mira dai ladri. Cyclable ha quindi integrato il marchio Lightskin nella sua gamma, che è disponibile in diversi accessori, con batteria o ricarica USB.

Proiezione a pavimento o illuminazione a 360°

Si tratta di una delle soluzioni più innovative e sorprendenti, che incoraggiano gli automobilisti a rallentare: un segno sul terreno che crea una pista ciclabile virtuale (Niterider Sentinel) o un alone di luce che incoraggia gli automobilisti a rispettare la distanza di sicurezza quando sorpassano i ciclisti (Tern Vizy light).

Questo sistema è una soluzione perfetta in caso di scarsa visibilità, ad esempio quando si percorrono strade non illuminate al di fuori delle aree urbane. È una luce che si adatta bene all’uso su ghiaia.

Knog offre anche due luci parallele che garantiscono una visibilità di 330°: la luce per bicicletta Knog Cobber. Per una maggiore facilità d’uso, può essere ricaricato tramite una porta USB.

Scopri anche:   Scegliere il giusto peso del volano per la tua bici indoor

E per la visibilità laterale, le estremità del manubrio illuminate Spanninga Visio sono un trucco efficace per migliorare la visibilità complessiva del ciclista.

Indicatori di direzione per biciclette

Gli indicatori di direzione aumentano la sicurezza del ciclista, soprattutto di notte: posti alle estremità del manubrio, permettono di segnalare un cambio di direzione o un sorpasso, proprio come gli indicatori di direzione dei veicoli a motore.

Il ciclista preme il pulsante non appena sta per svoltare a destra o a sinistra. Per fermare l’indicatore, si preme di nuovo. Si tratta di un riflesso che deve essere preso quotidianamente, ma che ottimizza la sicurezza.

Illuminazione multimodale

L’illuminazione multimodale ha il vantaggio di poter essere utilizzata sia per la bicicletta che per la corsa. Può essere facilmente agganciato a diversi supporti: reggisella, manubrio, giacca, borsa, casco, ecc. e pesa solo 12 grammi.

La potenza è di 40 lumen nella parte anteriore (Knog Plus anteriore: luce bianca) e di 20 lumen nella parte posteriore (Knog Plus posteriore: luce rossa). Con 5 modalità di illuminazione per ogni situazione e ricaricabile tramite porta USB, questa è la luce che vi seguirà ovunque (Knog plus anteriore e posteriore)!

Illuminazione connessa

Kit di sicurezza per biciclette Cosmo Ride

Questa piccola luce rimovibile nasconde un vero e proprio sistema che aumenterà la sicurezza del ciclista: il kit Cosmo Ride può essere fissato al reggisella o al casco del ciclista. In caso di caduta, viene inviato automaticamente un avviso via SMS/email alle persone scelte in precedenza.

Illuminazione connessa per biciclette Ambisense

Si tratta di un’illuminazione elettrica per bicicletta per definizione: può essere controllata manualmente dalla centralina COBI o da uno smartphone, ma anche automaticamente: si accende in base alla luce ambientale. Non appena si fa buio, il faro si accende.

Il sistema di illuminazione AmbiSense può essere collegato alla piattaforma COBI tramite Bluetooth e può accendere automaticamente l’illuminazione anteriore grazie a un sistema di sensori. Quando le condizioni di luce variano, è possibile attivare 3 modalità:

La luce posteriore si accende insieme a quella anteriore e dispone di un accelerometro. In base ad algoritmi, l’intensità della luce aumenta quando si frena per evitare i tamponamenti.

Manubrio per bicicletta connesso Velco

Oltre ai due potenti fari, l’attrattiva principale della Wink Bar sta nel fatto che si collega allo smartphone tramite Bluetooth. Dotato di un tracker, consente di localizzare la bicicletta in caso di furto. Il sistema di guida consente di non avere bisogno di un GPS: il percorso sarà indicato direttamente sul manubrio. Un nuovo modo di viaggiare connessi!

Scopri anche:   Rulli per la bici: quale home-trainer scegliere?

Clacson e luce combinati

Hornit lite è un dispositivo unico che combina una luce da 250 lumen e un avvisatore acustico da 120 decibel per essere visti e sentiti in ogni circostanza.

Con tutti questi accessori, non ci sono scuse per lasciare la moto in garage durante l’inverno!

Illuminazione passiva per biciclette

L’illuminazione passiva consiste nell’uso di componenti o apparecchiature ciclistiche con elementi riflettenti integrati. Questi permettono al ciclista di essere visibile quando è illuminato dai fari delle auto. Questa illuminazione passiva è un complemento essenziale all’illuminazione attiva delle biciclette.

Il marchio tedesco Vaudé offre abbigliamento riflettente, tra cui la giacca Luminum ad alta visibilità, che può essere completata dai pantaloni Luminum e dai copriscarpe Luminum Bike gaiter in caso di pioggia.

Per chi preferisce un accessorio più discreto, la clip per pantaloni riflettente o la fascia da braccio luminosa autoavvolgente sono facili da tenere nel fondo della borsa e da estrarre non appena cala la notte.

Infine, Ortlieb offre anche borse ad altissima visibilità, che sono una soluzione semplice per rimanere visibili in ogni circostanza.

Illuminazione delle biciclette: quali sono i requisiti di legge?

Come promemoria, il Codice della Strada stabilisce che è obbligatorio avere sulla bicicletta, di notte o in condizioni di scarsa visibilità

  • un faro bianco nella parte anteriore e un faro rosso nella parte posteriore
  • riflettori (bianchi davanti e rossi dietro)
  • pneumatici con strisce riflettenti sui pneumatici o catarifrangenti visibili lateralmente
  • riflettori sui pedali
Luca
Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *