Recensione: Scott Genius è una bici da trail altamente adattabile per le giornate di grande montagna

Valuta post

Se c’è un modo migliore per mostrare il pedigree di una bici, è quello di guidarla dove è stata concepita. Sul suo terreno di origine, nelle Alpi, Scott ci ha guidato in un paio di giorni di grandi giri con grandi salite e grandi discese. È stata la scelta giusta per mettere in mostra le capacità della nuova Genius e, fortunatamente, le sue prestazioni sono facilmente trasferibili ai tipi di pedalate che facciamo tutti… sempre che viviate in montagna.

Che si tratti delle strade forestali di Pisgah o delle strade tagliafuoco e dei singletrack della foresta pluviale del Pacifico nord-occidentale, ci sono molti luoghi in cui le salite di un’ora mi hanno portato a lunghe, fluide e tecniche discese.

Avere una bici che si comporta bene in entrambe le situazioni rende le salite più sopportabili senza sacrificare il fattore divertimento in discesa. E questo è il.., genio del nuovo Genio.

2023 Scott Genius trail mountain bike

Il design a doppia escursione con cambio di geometria non è una novità per Scott. Lo fanno da anni e potete leggere tutto sul nuovo ammortizzatore Fox Nude e sul suo design nel mio servizio sul lancio della Scott Genius 2023 (ho anche intervistato i tecnici per il Podcast di Bikerumor). (Li ho anche intervistati sulla bici per il Podcast di Bikerumor).

scott genius ammortizzatore a doppia escursione leva remota in fase di inserimento

Le prestazioni del sistema sono fantastiche, ma comportano una pletora di leve e cavi sulla sinistra, uno dei quali per il forcellino, e una potenziale interferenza con il pollice.

La versione breve è questa: Se la si lascia aperta, l’escursione posteriore è di 150 mm. Se si preme una leva a metà corsa, l’escursione si accorcia a ~100 mm, si rassoda e si rimane seduti più in alto nella corsa, rendendo di fatto più ripidi gli angoli della sella e della testa in una posizione migliore per le salite.

Spingendo la leva fino in fondo, la corsa si irrigidisce ulteriormente, quasi fino al blocco. Questa è la modalità per gli sprint o i tratti asfaltati, e anche quella che non ho praticamente mai usato. Ma le altre due sono brillanti.

Scopri anche:   I mozzi da strada DT Swiss 350 offrono prestazioni del cricchetto a stella più leggere e veloci alle biciclette Drop Bar

2023 scott genius 900 ultimate mountain bike

La Genius è disponibile in due versioni, entrambe con la stessa escursione, ma con funzioni diverse di leva/ammortizzatore remoto. La versione standard ha un telecomando che agisce sia sulla regolazione dell’escursione dell’ammortizzatore posteriore sia sul controllo dello smorzamento in compressione della forcella.

Le versioni Super Trail “ST”, che ho provato e che consiglio (qui in carbonio/giallo), utilizzano solo il telecomando per l’ammortizzatore posteriore e posizionano la calotta della serie sterzo regolabile per rendere la forcella più lenta di 1º. In questo modo si ha un maggiore controllo sulle impostazioni separate di compressione ad alta/bassa velocità della forcella.

recensione rider su nuova mountain bike scott genius

La geometria della nuova Genius è calibrata per una guida aggressiva su tutti i tipi di sentieri del mondo reale. Si guida in modo più agile rispetto ai modelli precedenti e ha un aspetto e una sensazione molto più coesi. È stato un aggiornamento necessario sotto tutti i punti di vista.

recensione della mountain bike scott genius

Se la si mette in modalità “Climb” centrale, è abbastanza efficiente per stare in piedi, sprintare e macinare senza problemi. Abbiamo affrontato lunghe e ripide salite su strade di montagna, sentieri e percorsi antichi e rocciosi, e la bici si è sempre dimostrata adeguatamente efficiente, pur assorbendo abbastanza le asperità.

Il che è un bene, perché è stata progettata per scalare cose come questa:

mountain biker in aosta italia su sentiero ripido

E questo:

mountain biker in aosta italia su un sentiero ripido

Che è simile a molte salite delle Alpi, ma anche dello Utah e della Carolina del Nord, tra le altre.

ciclista che scende dalle rocce con la mountain bike scott genius

Una volta guadagnate le mie curve, la modalità “Descend”, molto aperta, allenta le cose e rilassa la forcella e la sella fino a raggiungere angoli di inclinazione appropriati per le discese e le discese tecniche.

rider che scende dalle rocce con la nuova mountain bike scott genius

L’eccellente casco da trail mountain bike di Scott si è abbinato perfettamente alla bici… e anche la mia giacca Gore ha funzionato bene!

Il telaio è molto rigido e il manubrio/stem integrato Hixon è un ottimo pezzo del cockpit, leggero e compatto. In combinazione con le ruote Syncros con cerchi in carbonio, il modello Genius 900 ST Tuned che ho guidato ispirava molta fiducia, anche quando si affrontavano curve cieche e tratti rocciosi con una sottile pellicola di polvere di luna di montagna sopra per mantenere il tutto interessante.

Scopri anche:   Gli 8 migliori caschi da bici alla moda del 2023

recensione rider su nuova mountain bike scott genius

Anche i percorsi scorrevoli ad alta velocità sono stati divertenti, con una traiettoria stabile a complemento della maneggevolezza tecnica a bassa velocità.

corridore che sprinta con la mountain bike scott genius

A prima vista, il sistema a doppia escursione e a più leve della Genius può sembrare confuso. E, anche se è bellissimo, nascondere l’ammortizzatore può essere un po’ spaventoso perché è diverso. Questo non deve distrarre dal grande vantaggio: questa bicicletta adatta la sua escursione all’inseguimento. E funziona davvero bene.

Il peso è mantenuto basso sulla bicicletta, con un’ampia libertà di appoggio, per cui si gestisce bene. La messa a punto è facile grazie a un indicatore di sag esterno e a un coperchio del telaio a scomparsa sotto il telaio che include le impostazioni di partenza consigliate per l’ammortizzatore, compresa la pressione dell’aria. Tutti i quadranti e i comandi sono facilmente accessibili.

Anche l’assemblaggio della leva combinata è facile da padroneggiare in poche pedalate. Ho impiegato più tempo ad abituarmi alla leva SRAM Eagle AXS che ai telecomandi TwinLoc di Scott.

Se siete alla ricerca di una bici da trail “tuttofare” pronta a tutto, la nuova Scott Genius è un’opzione unica che vale la pena di vedere.

Scott-Sports.com

Luca
Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *