Hope F22 Flat Pedal Widens with Concavity for Better Shoe-Pedal Connection

Il pedale piatto Hope F22 si allarga con la concavità per una migliore connessione scarpa-pedale

Valuta post

Supportaci!
Bikerumor può guadagnare una piccola commissione dai link di affiliazione in questo articolo. Per saperne di più

A 10 anni dall’uscita dell’F20 Flat Pedal, Hope Technology lo sta sostituendo con un nuovo design che offre una migliore connessione scarpa-pedale e un asse più forte per lo stivale. Avendo trascorso gli ultimi mesi in sella ai pedali F20, non possiamo dire di aver sentito che mancassero particolarmente di nessuna di queste qualità; tuttavia, Hope ha ritenuto opportuno aumentare la larghezza della piattaforma, aggiungere più perni regolabili in altezza e introdurre una concavità per una “sensazione di piantagione superiore”. Ecco uno sguardo più da vicino ai nuovi pedali piatti Hope F22.

Pedale piatto Hope F22

Hope f22 pedale mtb piatto piattaforma in alluminio più largo più spesso 11 perni per lato

Come il suo predecessore, il corpo del pedale Hope F22 è lavorato a CNC internamente presso il quartier generale di Hope a Barnoldswick in Inghilterra. Misuriamo le dimensioni della piattaforma a 105 mm di larghezza e 100 mm di lunghezza, con una profondità di 17 mm sul bordo più esterno. È circa 5 mm più largo dell’F20 che sostituisce e 1 mm più spesso.

Hope f22 pedale piatto lungo perni di caricamento inversi esagonali regolabili in altezza con rondella opzionale

Nonostante l’aumento delle dimensioni e un numero maggiore di pin, l’F22 è leggermente più leggero a 180 g. Ciò è dovuto in gran parte al materiale ridotto che compone la piattaforma stessa. Quel peso misurato è con una serie completa di 11 perni per lato (7 lunghi, 4 corti), senza l’uso dei distanziatori opzionali. I perni vedono una nuova forma esagonale, risultando in bordi più squadrati per interfacciarsi con la gomma della scarpa.

Scopri anche:   Amazon Disclosure | Biking Bro

Hope f22 mtb pedali interfaccia endura mt500 bruciatore appiccicoso piede suola in gomma
Interfaccia pedale Hope F22 con scarpa Burner Endura MT500 con suola in gomma StickyFoot

Un altro aggiornamento chiave è nel profilo del corpo del pedale stesso. Dove la F20 era piatta, la F22 ha una leggera concavità verso il centro che dovrebbe consentire alla suola del pilota di flettersi un po’. Quella concavità è esaltata dai perni rivisti; la parte anteriore e posteriore del pedale è progettata per accogliere i perni lunghi (6 mm di altezza) mentre i perni centrali sui bordi interno ed esterno sono molto più corti con un’altezza di soli 4 mm. La differenza di altezza può essere ridotta installando un distanziatore con ciascuno dei perni lunghi a caricamento inverso, riducendo la profondità effettiva della concavità.

Hope f22 flat pedal internals cuscinetti a cartuccia guarnizioni boccola igus assale rinforzato

Internamente, l’F22 conserva i tre cuscinetti a cartuccia, la boccola IGUS e la disposizione delle guarnizioni interne ed esterne che hanno riscosso un grande successo sull’F20 Pedal, ma l’intero gruppo ora ruota attorno a un asse rinforzato che si dice sia più forte e più resistente agli urti.

Dobbiamo ancora metterli alla prova, ma quando lo faremo, avrete un rapporto completo.

pedali mtb hope f22 tutti i colori

Prezzi e disponibilità

I pedali piatti Hope F22 sono ora disponibili presso i concessionari Hope, al prezzo di £ 145 / € 180 / $ 183 USD e venduti con una garanzia di due anni contro i difetti di fabbricazione. Ogni paio viene spedito all’interno di un imballo di cartone completamente riciclabile; l’unico imballaggio in plastica si presenta sotto forma di tre minuscoli sacchetti di perni e rondelle dei pedali, poiché questi non sono preinstallati (ma hanno ciascuno una macchia di loctite blu pre-applicata). Il pedale F22 è completamente riparabile e ricostruibile.

Scopri anche:   Come cambiare la camera dʼaria della bici?
Hope f22 mtb pedale flat made in british

hopetech.com

Luca
Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *