Quinn Simmons ha vinto la terza tappa della Vuelta a San Juan dopo un attacco in solitaria negli ultimi 2 km. Maximiliano Richeze e Sam Bennett sono saliti sul podio.

È il primo successo di Simmons dal 2021, quando vinse una tappa e la classifica generale al Tour de Wallonie.

“La prima cosa che oggi quando mi sono svegliato, il mio allenatore mi ha mandato un video di quando questa gara è stata vinta allo stesso modo, e ho detto al mio compagno di stanza Mathias [Vacek]’se mi porti lì a questo punto, vincerò oggi’, ha detto Simmons.

“E poi hai visto i ragazzi per tutto il percorso da 30k alla fine, eravamo pieni sempre in posizione. Vincere in quel modo è qualcosa di speciale perché per un corridore come me non ci sono molte opportunità perché non vinco in uno sprint, non vincerò nelle grandi montagne. Devi vincere nei giorni difficili o fai i tuoi attacchi in finale in quel modo.

“Ho fatto una promessa alla squadra quest’anno e cioè di vincere più gare, perché l’anno scorso non ne ho vinte nessuna. Ora sono migliorato al 100%”.

Di Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *