WILLUNGA HILL, AUSTRALIA - JANUARY 20: Landscape / Peloton / Fans / Public / Dog / Australian Flag / during the 21st Santos Tour Down Under 2019, Stage 6 a 151,5km stage from McLaren Vale to Willunga Hill 374m / TDU / on January 20, 2019 in Willunga Hill, Australia. (Photo by Tim de Waele/Getty Images)

Le corse estive in Australia sono tornate: la guida completa a cosa succederà nel gennaio 2023

Valuta post

Molto è cambiato dall’ultima volta che si sono svolti il ​​Santos Tour Down Under e la Cadel Evans Great Ocean Road Race, all’inizio del 2020, quando dovevamo ancora comprendere appieno per quanto tempo si sarebbe riverberato l’impatto del COVID-19. L’Australia, tuttavia, è ora davvero pronta a riprendere la sua posizione proprio all’inizio della stagione WorldTour e Women’s WorldTour e nel 2023 rivelerà ancora una volta il primo capitolo della narrativa delle corse che si snoderà nel corso della stagione.

Anche la nazione ha alzato la posta, con il Women’s Tour Down Under che si è unito alla gara maschile nel livello più alto e ha fornito un motivo in più per le migliori squadre e corridori femminili per intraprendere il viaggio. Anche le corse maschili hanno molte carte vincenti e offriranno agli appassionati di ciclismo della nazione l’opportunità di tifare per il suo secondo vincitore del Grand Tour di sempre, con Jai Hindley (Bora Hansgrohe) confermato come uno dei principali contendenti per l’apertura Corsa a tappe WorldTour.

Anche se, anche prima che le corse del WorldTour inizino a ingranare nel South Australia, i primi colpi dell’estate australiana saranno già stati sferrati. Il primissimo giorno dell’anno inizia a Geelong la tre giorni Citroën Bay Crits e poi si passa rapidamente alla competizione per indossare le bande verde e oro di un campione australiano.

Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *