Lotte Kopecky (SD Worx) claimed the first yellow leader’s jersey after her solo victory on stage 1 of the Tour de France Femmes

La maglia gialla di Kopecky non modifica i piani di gara del Team SD Worx

Valuta post

L’attaccante belga Lotte Kopecky (Team SD Worx) ha vinto la prima tappa del Tour de France Femmes avec Zwift conquistando la maglia gialla, grazie a un attacco solitario sulla Côte de Durtol. Inoltre, la sua compagna di squadra Lorena Wiebes, campionessa europea, ha vinto lo sprint dopo essere stata superata da Demi Vollering, che indossava la maglia viola di leader del Women’s WorldTour.

Durante la conferenza stampa, Kopecky ha confermato che avere la maglia gialla non avrebbe cambiato i piani della squadra, che punta alla vittoria finale con Vollering. Ha dichiarato: “Ne parleremo stasera, ma è chiaro che l’obiettivo principale è la classifica generale con Vollering. Se devo sacrificare questa maglia gialla, non esiteremo a farlo. Faremo tutto il necessario per ottenere il miglior risultato finale. Tuttavia, sarebbe bello indossare la maglia gialla per qualche giorno”. Ha chiarito di essere ancora al servizio della sua compagna di squadra.

Per Kopecky, salire sul podio e indossare la maglia gialla ha un significato particolare, poiché l’anno scorso era sotto pressione e non ha ottenuto i risultati sperati. Tuttavia, le brutte sensazioni dell’anno precedente non hanno influenzato la sua preparazione per il Tour. Ha affermato: “Penso che qualcosa sia andato storto nella preparazione l’anno scorso, ho avuto una settimana terribile in sella alla bici. Ma non ho guardato indietro, ero convinta che la mia preparazione quest’anno fosse stata migliore e che ci fosse molto meno pressione. Dovevo solo credere nella squadra e in me stessa”.

La fiducia di Kopecky è stata ripagata e ha esultato dopo aver tagliato il traguardo, visibilmente felice della sua vittoria. Ha affermato: “Lo sport è emozionante. Quando tagli il traguardo, senti tutta la pressione scivolare via dalle spalle e un grande senso di sollievo. Questo è il Tour de France. Vincere la prima tappa e indossare la maglia gialla domani è qualcosa di speciale”.

Kopecky è anche il primo corridore non olandese a indossare la maglia gialla nel Tour de France Femmes reinventato e si dice orgoglioso di rappresentare il Belgio in questa gara.

L’attacco di Kopecky è stato abilmente organizzato dalla sua squadra, che ha ottenuto un vantaggio significativo in salita. L’ultimo corridore a lavorare per lei è stato Marlen Reusser, il cui ritmo ha ridotto il gruppo a meno di 20 corridori. Reusser ha commentato: “Ho cercato di mantenere un ritmo costante, non ho dato tutto. Ho lavorato per la mia squadra ed è fantastico che sia stato un successo”.

Reusser si è trovato nel terzo gruppo di inseguitori sulla cima della salita, ma è riuscito a tornare in tempo per aiutare Wiebes a prepararsi per lo sprint finale. La campionessa svizzera non si è sorpresa che Kopecky sia riuscita a mantenere il vantaggio, spiegando: “Avevamo i corridori della classifica generale, non i velocisti nel gruppo dietro. Inoltre, è sempre una questione di gioco tattico tra i corridori. Lotte non è una concorrente per la classifica generale e questo è stato un vantaggio per lei”.

Simone Rogini

Appassionato di avventura e sport all'aria aperta. La sua bicicletta, una Graziella modificata e fatta in casa. Una bicicletta versatile che, come il suo proprietario, trascende ogni tipo di attività. Viaggiatore di lungo corso (Parigi-Città del Capo, Great Divide, tour delle Dolomiti...), Simone può anche essere visto sulle strade della pianura Padana con i panni dell'avventuriero urbano. Giornalista e autore, su questo blog condivide le sue esperienze e il suo punto di vista sulle molteplici sfaccettature della cultura ciclistica.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *