Natalie Grinczer

Grinczer conquista il posto nel Tour de France Femmes all’ultimo minuto dopo il trasferimento a metà stagione

Valuta post

Per Natalie Grinczer, il Tour de France Femmes con Zwift sarà la prima gara per il nuovo team Lifeplus-Wahoo, dopo il trasferimento a metà stagione dallo Stade Rochelais Charente-Maritime. Grinczer si era unita alla squadra francese per la stagione 2022 e aveva partecipato alla prima edizione del Tour femminile, ma è stata costretta ad abbandonare nella terza tappa a causa di infortuni causati da un incidente.

In un’intervista esclusiva con Notizie sul ciclismo, Grinczer racconta la sua storia su come e perché ha ottenuto un posto nella sua nuova squadra, quali sono i suoi obiettivi per il Tour e come riesce a bilanciare il ciclismo con il suo lavoro di fisioterapista.

Quando lo Stade Rochelais Charente-Maritime non ha ottenuto un invito jolly per il Tour de France Femmes del 2023, Grinczer era pronta a rimanere con la squadra. Tuttavia, la squadra ha ridotto la sua stagione per ragioni finanziarie e Grinczer ha iniziato a cercare un’opportunità per continuare a correre. Alla fine, ha ottenuto un posto nel team Lifeplus-Wahoo con un breve preavviso. Grinczer si sente fortunata per questa opportunità e non ha esitato a dire sì.

Il suo secondo Tour de France Femmes sarà l’occasione per creare ricordi migliori dopo la sua caduta nella seconda tappa dell’edizione 2022. Non ha obiettivi specifici, ma supporterà i suoi compagni di squadra e spera di avere la possibilità di fare una buona prestazione se si sentirà in forma. L’obiettivo principale è contribuire al successo della squadra.

A differenza delle cicliste professioniste, Grinczer ha un lavoro a tempo pieno come fisioterapista del SSN nel Regno Unito. Riesce a conciliare il suo lavoro con il ciclismo, organizzando le sue sessioni di allenamento intorno agli orari di lavoro. Ha la fortuna di avere un datore di lavoro comprensivo che le consente di organizzare i suoi impegni in modo da poter continuare a correre.

Scopri anche:   Un testimone oculare: un resoconto del briefing della squadra del Tour de France con Israel Premier-Tech

Nel futuro, Grinczer spera di ottenere un contratto ciclistico a tempo pieno per la stagione 2024. Questo le consentirebbe di concentrarsi completamente sul ciclismo e di fare tutte le altre attività che il suo attuale equilibrio tra lavoro e ciclismo non le permette.

Anche se il ciclismo non è stato il suo primo sport, Grinczer ha scoperto la sua passione per la bicicletta e ha deciso di dedicarsi a questo sport. Ha iniziato a gareggiare mentre era all’università e ha avuto successo, venendo notata da squadre professionistiche. Ha avuto l’opportunità di competere in gare importanti come la Rás na mBan, dove ha ottenuto buoni risultati.

Grinczer spera che il suo ritorno al Tour de France Femmes sia coronato da successo e che riesca a raggiungere l’obiettivo di arrivare a Pau. Sia che riesca o meno, è grata di avere l’opportunità di partecipare a questa prestigiosa gara e di continuare a gareggiare nel ciclismo professionistico.

Simone
Simone Rogini

Appassionato di avventura e sport all'aria aperta. La sua bicicletta, una Graziella modificata e fatta in casa. Una bicicletta versatile che, come il suo proprietario, trascende ogni tipo di attività. Viaggiatore di lungo corso (Parigi-Città del Capo, Great Divide, tour delle Dolomiti...), Simone può anche essere visto sulle strade della pianura Padana con i panni dell'avventuriero urbano. Giornalista e autore, su questo blog condivide le sue esperienze e il suo punto di vista sulle molteplici sfaccettature della cultura ciclistica.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *