Carlos Rodriguez fought to finish stage 20 despite a nasty crash

Carlos Rodriguez si batte contro gli infortuni da incidente e si piazza al quinto posto assoluto al Tour de France

Valuta post

Carlos Rodríguez completerà il suo primo Tour de France a Parigi con una vittoria di tappa e un quinto posto assoluto, confermando, a soli 22 anni, di essere l’ultimo giovane talento a confermare le sue capacità nel Grand Tour.

In lizza per un posto sul podio nella tappa 20 contro il suo ex compagno di squadra Ineos Adam Yates, Rodríguez ha avuto una brutta caduta all’inizio della tappa, ripetendo la sua sfortuna della terza settimana della Vuelta a España del 2022.

Alla Vuelta del 2022, Rodríguez si era piazzato settimo assoluto nonostante le braccia fasciate a causa di una caduta sul palco a El Piornal. Questa volta, al Tour de France, il ciclista degli Ineos Grenadiers ha perso una posizione nella classifica generale nell’ultima tappa di montagna, a causa di quella che sembra essere stata un’esplosione della sua ruota anteriore durante la prima discesa della tappa. Ha riportato più tagli e lividi sul viso e sul corpo, e a malapena riusciva a parlare al traguardo.

“Durante la discesa dalla prima salita, sono stato sfortunato perché è successo qualcosa alla mia ruota anteriore e un raggio si è rotto”, ha dichiarato Rodríguez. “Così ha iniziato a tremare e in curva, la mia bicicletta ha perso controllo”.

Dopo un grave incidente a soli 30 chilometri dall’arrivo, Rodríguez ha dovuto lottare per rimanere tra i primi cinque in classifica generale, invece che per il podio. È caduto sull’ultima salita e ha tagliato il traguardo con 52 secondi di ritardo su Simon Yates e 45 secondi su Adam Yates, scivolando dal quarto al quinto posto assoluto, con Simon Yates che lo ha superato.

Scopri anche:   Gee vince il titolo canadese di elite a cronometro maschile per il secondo anno di fila

“I miei compagni di squadra non avrebbero potuto darmi un supporto migliore, mi hanno sostenuto brillantemente, in particolare [Omar] Fraile e [Tom] Pidcock. Ma non è bastato”.

“Ci riproveremo l’anno prossimo e faremo meglio”, ha concluso Rodríguez.

La domanda su dove correrà Rodríguez il prossimo anno rimane incerta. Le voci suggeriscono con insistenza che si unirà a Movistar nel 2024, ma per il momento Rodríguez sta affrontando la situazione in modo molto diplomatico, dicendo ai giornalisti che lo hanno chiesto un paio di settimane fa: “Chiedete al mio agente”.

Indipendentemente dal suo futuro, il quinto posto al suo debutto al Tour de France e una straordinaria vittoria di tappa a Morzine confermano che Rodríguez è un futuro contendente nel Grande Giro.

Simone
Simone Rogini

Appassionato di avventura e sport all'aria aperta. La sua bicicletta, una Graziella modificata e fatta in casa. Una bicicletta versatile che, come il suo proprietario, trascende ogni tipo di attività. Viaggiatore di lungo corso (Parigi-Città del Capo, Great Divide, tour delle Dolomiti...), Simone può anche essere visto sulle strade della pianura Padana con i panni dell'avventuriero urbano. Giornalista e autore, su questo blog condivide le sue esperienze e il suo punto di vista sulle molteplici sfaccettature della cultura ciclistica.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *