Cadenza pedalata ciclismo

Che cos’è la cadenza e perché bisogna conoscerla?

Valuta post

Nel ciclismo, la cadenza si riferisce ai giri al minuto della pedalata. In altre parole, la velocità con cui si pedala e il numero di volte in cui si sollevano i piedi in un solo minuto. La cadenza è un fattore importante per i ciclisti per molte ragioni. Può aiutare a risparmiare energia mantenendo un’andatura costante ed evitando di affaticarsi troppo durante le uscite più lunghe. Inoltre, può aiutare a migliorare la tecnica e ad aumentare le prestazioni in gara. Conoscere la propria cadenza è essenziale per monitorare in modo efficiente ed efficace le proprie prestazioni su strada. Ecco i più semplici modi per misurare la cadenza ciclistica:

Conteggio delle pedalate

Il modo più elementare per tenere traccia della cadenza di pedalata è contare i colpi di pedale mentre si pedala. Questo si può ottenere contando il numero di volte che il piede destro (guardando in avanti) tocca il suolo in 60 secondi. È importante osservare il movimento della pedalata da una prospettiva esterna. Con ciò si intende vedere il movimento del piede da una prospettiva esterna (non dall’interno delle scarpe), in modo da non confondere il movimento del ginocchio con la pedalata del piede. Va notato che questo è il modo meno accurato di calcolare la cadenza. È meglio utilizzarlo come punto di riferimento per monitorare eventuali miglioramenti nel tempo.

Installazione di un sensore di cadenza

Un altro modo popolare per tracciare la cadenza è l’uso di un sensore. I sensori sono piccoli e facili da installare, spesso richiedono meno di un minuto. Una volta installati, sono collegati a un piccolo display che può essere montato sul manubrio o fissato al telaio della bicicletta. Il sensore rileva la rotazione della pedivella e il movimento del pedale, quindi visualizza la cadenza sul display. Al giorno d’oggi, i sensori di cadenza sono spesso presenti nei ciclocomputer di fascia alta.

Sono anche disponibili come dispositivo separato, in un unico pezzo. Quando scegliete un sensore di cadenza, cercatene uno che sia compatibile con le pedivelle della vostra bicicletta. Il sensore deve essere compatibile anche con il tipo di cycling computer che si intende utilizzare. Se non si dispone di un ciclocomputer, molti modelli di sensori sono dotati di display integrati. Questi consentono di visualizzare la cadenza della pedalata senza dover installare un computer separato.

Scopri anche:   Cambiare un raggio della ruota di una bicicletta: istruzioni

Utilizzo del telefono

Sì, la funzione contapassi del telefono può essere utilizzata anche per tracciare la cadenza. Prima di iniziare la corsa, aprire l’applicazione del contapassi sul telefono. Assicurarsi che l’app contapassi sia impostata per il ciclismo. L’applicazione terrà traccia della cadenza di pedalata durante la corsa. È bene notare che la precisione della lettura della cadenza dipende dal modello di telefono, dal tipo di supporto utilizzato e dallo spessore della custodia del telefono. Controllare le istruzioni dell’applicazione per sapere come usarla al meglio mentre si pedala. Alcuni telefoni sono dotati di sensori di movimento integrati in grado di rilevare la cadenza di pedalata mentre si pedala.

Questi sensori sono spesso chiamati “contapassi”. Anche se questo non vi darà il numero esatto di giri di pedale al minuto, è un buon modo per monitorare i progressi generali nel tempo. È anche un modo divertente per coinvolgere i bambini nel monitoraggio dei loro progressi e delle loro prestazioni in bicicletta.

Qual è la cadenza ottimale durante la pedalata?

La cadenza ottimale per la pedalata varia da persona a persona. Dipende anche da fattori come lo stile di guida, le condizioni di guida e il livello di forma fisica personale. Per quanto riguarda la cadenza, non esiste una regola unica per tutti i ciclisti. Detto questo, la maggior parte degli esperti concorda sulle seguenti linee guida per la cadenza:

  • Non esiste una regola unica per la cadenza in salita.
  • Tutto dipende dalla pendenza, dall’intensità della pedalata e dalla forma fisica.
  • In linea di massima, in salita è meglio pedalare più forte.
  • Se avete un battito cardiaco irregolare , non superate gli 80 giri al minuto (RPM).

Come aumentare la cadenza di pedalata?

Ci sono alcuni modi per aumentare la cadenza durante la pedalata: – Esercitarsi: Il modo migliore per migliorare la cadenza è esercitarsi. Si può iniziare contando le pedalate durante la prossima breve corsa. Questo vi permetterà di capire se c’è margine di miglioramento. – Usare la marcia giusta: La marcia utilizzata durante la pedalata ha un impatto significativo sulla cadenza. Alle velocità più basse, è preferibile utilizzare una marcia più bassa. In questo modo si otterrà un minor numero di giri di pedale al minuto.

  • Usare una marcia più alta per le velocità più elevate: A velocità più elevate, utilizzare una marcia alta per pedalare più velocemente.
  • In questo modo si otterrà un maggior numero di giri di pedale al minuto.
  • Guardate la pedivella: potete anche guardare la pedivella dal basso.
    • Se la pedivella è parallela al terreno, la cadenza è ideale.
    • Se la pedivella è inclinata verso di voi, è troppo bassa.
    • Se la pedivella è inclinata verso di voi, è troppo alta.
Scopri anche:   Le 8 migliori borracce per bici

Conclusione

La cadenza è un fattore importante per i ciclisti per molte ragioni. Può aiutare a risparmiare energia mantenendo un’andatura costante ed evitando uno sforzo eccessivo durante le uscite più lunghe. Può anche contribuire a migliorare la tecnica e ad aumentare le prestazioni in gara. Conoscere la propria cadenza è essenziale per monitorare in modo efficiente ed efficace le proprie prestazioni su strada.

Luca
Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *