.rssTitle, .rssSubTitle, .rssContent, .rssBottomLinks {display: none;} img {max-width:100% !important; altezza: auto !important}

POC introduce nuovi occhiali da sole aerodinamici?

Il marchio svedese di caschi e accessori POC continua a costruire il suo catalogo di occhiali da sole all’avanguardia e il suo nuovo modello Propel è uno dei più insoliti, il che, per POC, la dice lunga. Come è diventata la tariffa standard per POC, il Propel è grande e audace, ma è anche aerodinamico.

Aspetta cosa?

Sì, hai letto bene. POC afferma che il nuovo Propel ti renderà effettivamente più veloce. Presumibilmente, la chiave delle prestazioni di riduzione della resistenza aerodinamica di Propel è il suo telaio extra largo e la lente di tipo scudo aderente, che lavorano insieme per deviare l’aria intorno alle orecchie del pilota. Ha anche una curvatura dell’obiettivo abbastanza estrema per adattarsi particolarmente al tuo viso.

“Questa gestione precisa del flusso d’aria porta guadagni aerodinamici poiché l’aria viene guidata sulle spalle – invece di consentire alle orecchie di un ciclista di causare turbolenze – che crea un flusso d’aria più fluido e migliora il profilo aerodinamico di un ciclista”, afferma il discorso di marketing di POC.

Vedi come il bordo della cornice estende efficacemente le estremità dell’obiettivo? POC afferma che questa forma si comporta come una carenatura che aiuta a deviare l’aria in arrivo attorno alle orecchie di un pilota.

Ora, se ti stai chiedendo esattamente quanto sia più aerodinamico il Propel, beh, diciamo solo che la matematica potrebbe essere un po’ confusa. Sarebbe più corretto affermare che il Propel è l’occhiale da sole più aerodinamico della gamma POC (poiché quelli erano gli unici testati), e anche i test sono stati condotti solo con un casco POC Ventral, nient’altro. Inoltre, questi risultati sono esclusivamente il risultato di simulazioni al computer, non veri e propri test in galleria del vento.

Tuttavia, sebbene POC sia un po’ vago riguardo ai guadagni effettivi, i weenies aerodinamici potrebbero ancora trovare i dati incoraggianti.

“La CFD (computational fluid dynamics) è più precisa e consente molte più iterazioni con una migliore comparabilità”, ha dichiarato Damian Phillips, Head of Global PR and Communication di POC. “È impossibile dire che tutti avranno lo stesso risparmio dato che ogni ciclista ha una diversa posizione, potenza erogata, ecc., ma anche in questo caso stiamo osservando un risparmio di watt tipicamente nelle singole cifre basse quando si guida a 40 km/h. Potrebbe non sembrare molto, ma se pensiamo alla superficie con cui stiamo giocando, il risultato è molto positivo”.

POC ha testato il Propel solo su un computer, non in una galleria del vento. Quindi sono così aerodinamici come afferma POC? È difficile da dire. Foto: POC.

Indipendentemente dal fatto che le affermazioni aerodinamiche siano vere (e se sono ancora vere rispetto ad altri occhiali da sole dalla forma simile e altri modelli di casco), ci sono ancora alcune cose interessanti in corso con Propel.

Invece di utilizzare auricolari dritti che bloccano essenzialmente la testa del ciclista in mezzo, POC è andato alla vecchia scuola con aste uncinate che si agganciano dietro le orecchie. Poiché esiste un’ampia gamma di distanze tra l’orecchio e il viso, quelle aste sono regolabili in lunghezza e hanno un po ‘di gomma antiscivolo all’estremità per una maggiore sicurezza. Il design ad uncino può benissimo fornire una migliore vestibilità, ma forse ancora più importante, dovrebbe anche eliminare quasi completamente la possibilità di interferenza con vari sistemi di ritenzione del casco.

Come ci si aspetterebbe, l’enorme obiettivo intercambiabile e il design a mezzo fotogramma ampiamente impostato offrono anche un immenso campo visivo. Almeno per me, i lati del telaio non sono affatto visibili quando indosso il Propel e la visione verso l’alto è quasi libera poiché non c’è telaio lassù. Sono forniti due spessori del nasello per aiutare a modificare ulteriormente la vestibilità, ma anche così, l’estrema curvatura significa che le persone con facce anche lontanamente piatte o ponti nasali minimamente pronunciati probabilmente avranno difficoltà con questi.

Sono grandi.

E infine, se il Propel devia davvero l’aria intorno alle orecchie come dice POC, non posso fare a meno di chiedermi se queste cose potrebbero anche ridurre un po’ il rumore del vento (che è un mio grande cruccio).

POC offre Propel in sei diverse combinazioni di colori di lente e montatura, ciascuna con una lente trasparente di ricambio inclusa. In totale sono disponibili otto tonalità di lenti.

Il prezzo al dettaglio è di US $ 250 / AU $ 360 / £ 230 / € 250 e POC afferma che Propel dovrebbe essere disponibile per l’acquisto “presto”.

Ulteriori informazioni sono disponibili su www.pocsports.com.

Leggi di più

Di Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *