Ti sei iscritto al tuo primo Ironman? O forse stai esitando a iniziare e vuoi sapere come preparare al meglio il tuo primo Ironman?

Ebbene, è proprio quello che ti propongo di scoprire in questo articolo.

Al momento sto iniziando la preparazione e l’allenamento per il mio quinto Ironman che si terrà a Rimini il prossimo settembre. Ma ricordo come se fosse ieri il giorno del mio primo Ironman che si è svolto a Nizza nel 2019. Ho quindi deciso di darti ciò che ho imparato da questa prima preparazione per prepararti al meglio e soprattutto per avere successo nel tuo primo Ironman.

Sii sano

La prima cosa da fare – e non c’è bisogno di dirlo – è assicurarsi di essere in salute per allenarsi!

Con questo intendo dire che non hai lesioni gravi che ti impediscono di allenarti, o un’immunodeficienza avanzata, … ma anche se sembri essere in buona salute, ti consiglio comunque di andare da un medico specializzato per essere sicuro di essere adatto al triathlon e soprattutto al triathlon su lunga distanza!

Nel mio caso, preferisco essere prudente e quindi vado dal mio cardiologo e dal mio medico sportivo per fare un test da sforzo approfondito.

Avere un minimo di esperienza

Non sto dicendo che non puoi fare un Ironman come prima gara di triathlon… perché una volta ho allenato un atleta che l’ha fatto e ha fatto il suo primo triathlon su un Ironman.

Ma è chiaro che questo non è ciò che raccomando. Ti consiglio di provare a fare un po’ di esperienza nel triathlon prima, che si tratti di triathlon sprint, M o mezzo Ironman, perché sarai molto più preparato.

E soprattutto eviterai molti errori che un principiante a volte commette al primo triathlon e che possono essere facilmente evitati facendo qualche gara di preparazione prima del tuo primo Ironman.

Inoltre, un Ironman può essere una grande fonte di stress ed è meglio essere abituati a questo tipo di stress pre-gara avendo partecipato ad altre gare.

Avere un piano d’azione preciso

Come disse Sun Tsu

Il successo di un’operazione risiede nella sua preparazione.

Quindi metti il massimo delle possibilità dalla tua parte preparando il tuo Ironman. Il modo migliore per farlo è partire dal tuo obiettivo finale e determinare tutte le cose di cui avrai bisogno per raggiungerlo.

Quindi, come puoi immaginare, una delle prime cose da fare è preparare l’allenamento per il tuo obiettivo. Per aiutarti, ho deciso di condividere con te la mia preparazione per l’Ironman di Rimini.

Dovrai quindi pensare all’attrezzatura e all’alimentazione sia durante l’anno che precede la gara, sia durante la gara. E poi c’è anche il recupero tra un allenamento e l’altro, la preparazione mentale e la motivazione da mantenere durante tutto l’anno e durante la gara, ma anche la preparazione specifica in relazione al tipo di percorso che dovrai affrontare il giorno della gara.

Infine, fai tutto il necessario per far sì che tutto questo si inserisca nella tua vita personale, cioè nella tua vita familiare e professionale, che deve essere rispettata durante tutti i mesi di preparazione. Perché preparare il tuo primo Ironman è un obiettivo talmente conseguente e globale che non è solo una cosa personale.

Coinvolge direttamente tutta la famiglia, le persone che ti circondano e talvolta anche i colleghi di lavoro.

L’equilibrio tra triathlon e vita privata, che sia familiare o professionale, è un aspetto che personalmente mi sta molto a cuore ed è per questo che nel mio programma “Triathlete Efficiency” insegno a decine di triatleti a diventare il proprio allenatore e a organizzare tutti i loro allenamenti in modo da diventare più efficienti, tenendo conto della loro vita privata e dei loro impegni, che spesso sono molto intensi.

Fai ricerche personali e interessati

Scommetto che hai molte domande, perché anch’io me ne sono poste molte prima di preparare il mio primo Ironman. Domande come

  • Quale Ironman dovrei scegliere per fare il mio primo Ironman?
  • Quando dovrei fare il mio primo Ironman?
  • Come allenarsi per distanze così lunghe?
  • Come gestire l’alimentazione durante l’anno?
  • Di quale attrezzatura avrò bisogno il giorno della gara?

In breve… Domande a non finire. Ma non preoccuparti, al giorno d’oggi ci sono tantissime informazioni disponibili, sia nei libri, sia su internet, sia dagli atleti che conosci nel tuo club, nella tua regione… Oppure puoi porre le tue domande direttamente agli allenatori.

Ma se non sai dove andare per trovare tutte le informazioni che cerchi, beh, ho una buona notizia per teSmile Sei nel posto giusto perché lavoro ogni giorno per portare contenuti, sia sul canale con i video che sul blog con gli articoli, per aiutarti a prepararti al tuo primo Ironman e a progredire nel triathlon in generale.

In breve, il mio quarto consiglio è stato quello di interessarsi informandosi e facendo ricerche.

Sii paziente e regolare

Perché quando inizi il tuo primo Ironman, spesso vuoi fare molto per assicurarti di arrivare alla fine e in buona forma il giorno della gara.

Ma questa è una trappola in cui molte persone cadono al loro primo Ironman! Il problema di cercare di fare troppo, troppo in fretta, è che aumenta notevolmente il rischio di infortunarsi o di essere disgustati dal proprio allenamento e di non essere in grado di tenere il passo o di impegnarsi davvero al momento giusto.

È quindi molto importante procedere con calma nell’allenamento, soprattutto per quanto riguarda il volume di allenamento settimanale, pensando sempre ai risultati a lungo termine, tra 5, 6 o 8 mesi, per il grande giorno, invece di impiegare tutte le energie e le forze nell’allenamento iniziale.

Trova un allenatore specializzato nel triathlon

E non lo dico perché sono un allenatore di triathlon, anzi, non lo sono sempre stato! Ma perché, in effetti, in occasione del mio primo Ironman nel 2019 ho deciso di pagare un allenatore per avere un piano di allenamento personalizzato al 100% e adattato ai miei impegni. E ha dato i suoi frutti!

Probabilmente è stata la decisione migliore che ho preso durante la mia preparazione perché il mio allenatore sapeva esattamente cosa dovevo fare, quando dovevo farlo e soprattutto come adattare il mio allenamento in base ai problemi o ai rischi della vita che potevano intromettersi nella mia preparazione.

Ti consiglio inoltre, idealmente, di cercare di scegliere un coach che viva vicino a te in modo da poterlo incontrare e parlare con lui o lei di persona. E se possibile, un allenatore che conosca la gara che stai preparando per il tuo primo Ironman. E’ quello che ho fatto prendendo un allenatore della mia città che si chiama Gregory e che ancora ringrazio per la preparazione al mio primo Ironman.

Ma se mai dovessi pensare che assumere un allenatore privato sia troppo costoso, hai sempre la possibilità di scaricare gratuitamente un piano di allenamento Ironman di 20 settimane che ho messo a punto per aiutarti a prepararti al tuo primo Ironman. Tra l’altro, molti atleti ne sono entusiasti e lo testimoniano.

Sapere come collegare le discipline in un triathlon

Perché è certo che con il giusto allenamento avrai i chilometri e la resistenza per arrivare alla fine.

Ma per farlo al meglio, devi essere in grado di collegarti bene, soprattutto alla seconda sequenza ciclismo-corsa, perché è la più traumatica e la più decisiva per la tua prestazione nel giorno del tuo primo Ironman. Quindi non esitare a fare sequenze molto regolarmente.

Ad esempio, quando mi alleno in un periodo specifico, a volte vado a correre 5 o 6 volte a settimana, ma in queste 6 sessioni di allenamento di corsa ce ne sono spesso 3 o 4 che sono in realtà mini-corse in cui faccio 10-15 minuti di corsa dopo una corsa in bicicletta.

L’intensità non deve essere molto alta e non aumenta di molto il volume di allenamento, ma abitua le gambe a correre dopo aver pedalato.

Avere un piano nutrizionale pre-testato

Perché questo è davvero un fattore determinante per concludere il tuo primo Ironman! Perché se ti blocchi per problemi di stomaco, potresti pentirtene e finire a guardare gli altri triatleti correre invece di arrivare al traguardo. Per saperne di più, ti invito a visitare il sito web dell’Ironman e a dare un’occhiata ai marchi che verranno utilizzati nelle stazioni di alimentazione.

Ecco due soluzioni:

O usi la marca che verrà utilizzata il giorno del tuo Ironman. Ma non esitare a dare un’occhiata perché può cambiare completamente, è possibile che si tratti di High5, Powerbar o Gatorade. Ti consiglio di allenarti utilizzando queste marche.

Oppure, la seconda soluzione è quella di utilizzare i tuoi prodotti, quelli a cui sei abituato. Provali il più possibile durante gli allenamenti dell’anno per abituarti e non dimenticare che il giorno della gara dovrai cercare di funzionare autonomamente con questi materiali.

Fai un mezzo Ironman come test

Questo segue quanto appena spiegato perché ti permetterà di vedere a che punto sei e di testare, ad esempio, la tua alimentazione o la tua capacità di collegare le discipline di nuoto-bici e ciclismo-corsa nelle reali condizioni di gara che troverai al tuo primo Ironman.

Sii sicuro di te, davvero sicuro di te!

Il mio decimo e ultimo consiglio, che non potevo non citare, è quello di credere davvero in te stesso…

Credi che tutto sia possibile! Perché ci sono migliaia di persone prima di te che hanno raggiunto questo traguardo, quindi sono sicuro che puoi farcela anche tu. Quindi credi in te stesso e non esitare a ricordarti una piccola frase ogni giorno:

“Ho fiducia nella mia capacità di diventare un Ironman, ho davvero fiducia”.

E poi, oltre a integrare il fatto che tutto è possibile per te, cerca di trarre il massimo piacere dalla tua preparazione, perché come dico sempre

“Non è il risultato finale che conta, ma la persona che si diventa durante la preparazione”.

E posso assicurarti che è proprio provando il massimo piacere durante l’allenamento e la preparazione che avrai le migliori possibilità di raggiungere l’obiettivo finale: riuscire a vincere il tuo primo Ironman Smile.

Non esitare a dire nei commenti qual è secondo te il punto più importante per preparare il tuo primo Ironman!

Spero che questi 10 consigli per prepararti e avere successo nel tuo primo Ironman ti siano utili perché hanno un effetto potente.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo perché sono sicuro che hai amici triatleti che potrebbero usare questi 10 consigli per prepararsi e avere successo nel loro primo Ironman! Grazie in anticipo e ricorda…

Cresciamo insieme e celebriamo la magia del triathlon!

Di Michele Mossali

Michele Mossali è un appassionato ciclista e atleta di endurance che ha raggiunto alcuni dei traguardi più prestigiosi del mondo del ciclismo. Con ben quattro Ironman alle spalle e la partecipazione a sei maratone e cinque ultra trail, Michele ha dimostrato di essere un atleta straordinariamente dedicato e determinato. La sua forza mentale e fisica sono senza pari, e la sua passione per il superamento dei propri limiti lo rende un ispirazione per molti altri appassionati di ciclismo. Seguire le sue imprese sul blog Bici che Amore sarà sicuramente un'esperienza emozionante e istruttiva per tutti gli amanti delle due ruote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *