Berd Hawk30 unisce cerchi più larghi a un set di ruote da trail/enduro da meno di 1400 g

Valuta post

Pubblicato il 26 novembre 2022 da Tyler Benedict

Partendo dalle ruote Hawk27 per XC/downcountry, le nuove ruote Berd Hawk30 per mountain bike trail/enduro hanno un cerchio più largo allacciato ai mozzi Industry Nine Hydra con i loro caratteristici raggi a corda flessibile.

Entrambi i set di ruote sono prodotti e costruiti in Nord America, con cerchi in carbonio We Are One da 18 mm di profondità costruiti a mano a Kamloops, nella Columbia Britannica. I raggi di Berd sono prodotti in Minnesota e i mozzi di I9 ad Asheville, NC.

ruote da mountain bike enduro berd hawk30 con raggi stringati neri

Mentre la Hawk27 utilizza un cerchio con larghezza interna di 27 mm per pneumatici da 2,2-2,4″, la nuova Hawk30 passa a 30 mm di larghezza interna per montare pneumatici da 2,4-2,6″. Entrambi utilizzano una profondità di 18 mm che, combinata con i raggi flessibili in polietilene di Berd, consente una grande cedevolezza per assorbire i colpi più forti.

ruote da mountain bike enduro berd hawk30 con raggi neri

I raggi pesano solo 2,5 g l’uno, ovvero il 50-80% del peso dei tradizionali raggi in metallo, ma il materiale assorbe molto meglio le vibrazioni, rendendo ancora più fluida la guida.

profilo dei cerchi in carbonio berd hawk di we are one composites

Entrambi i cerchi da 27 e 30 hanno labbri larghi da 3,75 mm su entrambi i lati, per una maggiore resistenza agli urti.

Il set completo di ruote Hawk30 ha un peso dichiarato di 1.394 g (l’Hawk27 ha un peso di 1.350 g, entrambi sono solo 29er), con un limite di peso del ciclista e della bicicletta di 280 libbre. Il prezzo di listino per entrambi è di 2.195 dollari, disponibili ora con raggi bianchi o neri. Ordinando il bianco si può utilizzare il kit di verniciatura per ottenere il colore che si desidera.

Scopri anche:   Cosa provoca l'indolenzimento muscolare dopo l'esercizio fisico o il ciclismo?

BerdSpokes.com

Luca
Luca Sarletti

Sono un appassionato di bici che ha praticato quasi tutti i tipi di ciclismo. Ama il vento tra i capelli, il sole sulle spalle e forse anche gli insetti tra i denti. No, sto scherzando su quest'ultimo punto. Non vado matto nemmeno per le ustioni da strada, ma riconosco che per avere il meglio bisogna fare qualche occasionale capitombolo. Sento che la mia bici è il mezzo su cui può rilassarmi, lasciare i problemi sulla strada, incontrare nuove persone, andare in posti nuovi e vivere una vita avventurosa. Sono pronto a condividere il viaggio con voi.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *