Andare in bicicletta durante la gravidanza | 10 consigli da seguire

Valuta post

Se sei una fan dell’esercizio e ti consideri una “ragazza in forma”, la prospettiva di rallentare la tua routine di fitness durante la gravidanza può mettere un freno al tuo umore per i prossimi nove mesi. Ma andare in bicicletta o andare in bicicletta durante la gravidanza è una decisione estremamente personale e non deve essere né l’uno né l’altro.

In effetti, puoi pedalare per tutta la gravidanza senza incontrare difficoltà o complicazioni. Naturalmente, potrebbe essere necessario modificare i percorsi ed evitare di fare qualcosa di estremo che richiede uno sforzo eccessivo.

Finché ti senti sicuro ed equilibrato, il tuo medico sarà più che felice di autorizzarti a pedalare durante la gravidanza.

Naturalmente, altre donne potrebbero scegliere di smettere di andare in bicicletta dopo essere rimaste incinte o passare invece al ciclismo stazionario.

Come andare in bicicletta durante la gravidanza

Se desideri continuare a pedalare durante la gravidanza, ecco alcune linee guida utili per aiutarti:

1. Controlla come ti senti

Questo è molto importante. Ascolta come il tuo corpo risponde a ogni pedale e dimentica la velocità e l’intensità della tua pedalata precedente. Questo non è il momento di provare a battere i record precedenti. Se continuerai a pedalare durante la gravidanza, dovresti prestare attenzione al tuo corpo e adottare un nuovo ritmo.

Tieni presente che con ogni trimestre dovrai apportare modifiche a seconda di come ti senti. Potresti sentirti esausto e nauseato una volta, e sano, vibrante ed energico la prossima. Il punto è ascoltare il tuo corpo e rallentare o fermarti quando è necessario.

2. Acquista una nuova bici o regola quella vecchia

Parlando di fare scelte intelligenti, dovresti probabilmente prendere in considerazione l’acquisto della migliore bici da crociera da donna se quella che hai non si adatta alla tua condizione.

Oppure puoi cambiare la configurazione da corsa con un manubrio arretrato e abituarti alle regolazioni della sella, perché saranno molto importanti per te nei prossimi mesi. Tuttavia, non utilizzare una bicicletta pieghevole economica.

3. Non indossare abiti stretti

I pantaloncini con bretelle da ciclismo sono un punto di svolta! Si espandono per adattarsi alla tua pancia in crescita fornendo strati aggiuntivi che renderanno più facile l’adattamento ai cambiamenti di temperatura.

Scopri anche:   L'arrivo di Carapaz per cambiare il focus di EF Education

4. Bevi molta acqua

Probabilmente hai bevuto molta acqua prima di essere incinta, ma ora è il momento di raddoppiare questa sana abitudine.

Sì, dovrai urinare più spesso, ma è un piccolo prezzo da pagare per sentirti a tuo agio e mantenere alti i livelli di elettroliti nonostante tutta la sudorazione.

5. Non scaldarti troppo

Tenendo presente che l’intero processo di gestazione è incentrato sulla crescita di un piccolo essere umano, significa che dovresti prestare più attenzione che mai alla tua temperatura corporea.

Mantieniti fresco mentre ti alleni tenendo un fazzoletto fresco intorno al collo o all’interno della borsa della bicicletta. Cerca di allenarti nelle ore più fresche della giornata, che di solito sono la mattina e la sera presto.

6. Pianifica le pause bagno

Dal momento che avrai bisogno del bagno più spesso del solito, dovresti pianificare i tuoi punti di riposo e assicurarti che abbiano accesso ai servizi igienici prima di iniziare a pedalare.

La gravidanza non è il momento per cercare di capire per quanto tempo puoi tenerlo. Il tuo bacino non è più quello di una volta (e probabilmente non lo sarà mai più), quindi affrontalo e fai scelte intelligenti.

7. Mantieni un ritmo costante

Gli esperti suggeriscono di mantenere un ritmo “conversazionale” invece di stressarsi per le frequenze cardiache massime.

Ciò significa che dovresti mantenere una cadenza di pedalata bassa che ti permetta di tenere una discussione comodamente. In caso contrario, dovresti ridurlo un po ‘e assicurarti di avere anche un campanello per bicicletta.

8. Indossa un reggiseno comodo

Oltre alla pancia, l’area del busto vedrà una crescita considerevole nei prossimi mesi. Ecco perché avrai bisogno di un reggiseno di supporto e comodo se prevedi di andare in bicicletta durante la gravidanza.

9. Inizia lentamente dopo il parto

Sì, hai partorito il tuo bambino, ma questo non significa che dovresti percorrere il sentiero più difficile della città o aumentare la velocità in bicicletta per compensare tutto il lavoro da “femminuccia” che hai fatto durante la gravidanza.

Concedi al tuo corpo dopo il parto un po’ di tempo per stringere i tessuti connettivi e i legamenti allentati. Soprattutto, fai come ti abbiamo suggerito all’inizio e ascolta il tuo corpo.

10. Non avere aspettative

Potresti entrare in questo con tutti i tipi di aspettative e piani. Ma siamo qui per farti sapere che potresti anche buttarli tutti fuori dalla finestra.

Quando si tratta di gravidanza e genitorialità, il modo migliore per evitare la frustrazione è semplicemente prendere le cose un giorno alla volta e celebrare le piccole vittorie. Assicurati di avere anche gli accessori per biciclette giusti.

Scopri anche:   In primo piano: i copriscarpe da ghiaia impermeabili GripGrab Explorer

Come pedalare in diversi trimestri di gravidanza

Ecco cosa dovresti sapere:

Primo trimestre

Le prime 12 settimane di gravidanza sono di solito quelle in cui il feto fa il massimo per stabilire il suo posto all’interno dell’utero. Ecco perché questo è considerato un periodo ad alto rischio di aborto spontaneo.

Puoi ancora pedalare durante il primo trimestre, ma dovresti prenderlo con calma e ascoltare segnali come nausea mattutina e affaticamento che potrebbero richiedere una pausa.Qualunque cosa tu faccia, non pedalare mai fuoristrada durante la gravidanza, a causa degli urti e delle scosse che potrebbero causare lesioni e complicazioni.

Secondo trimestre

Il secondo trimestre comporta il minor rischio di aborto spontaneo. Di solito anche la nausea e la stanchezza sono scomparse, il che significa che dovresti avere un sacco di energia per iniziare comodamente a pedalare durante la gravidanza.

Poiché il ciclismo è una forma di esercizio, ti aiuterà a rimanere flessibile e agile, rafforzando così la tua capacità di affrontare il peso extra.

Basta non esagerare perché hai tutta questa energia in più. Il rischio di cadute e lesioni è ancora presente se non si presta attenzione.

Quindi, ascolta il tuo corpo e ricorda di mantenere quel “ritmo di conversazione”.

Terzo trimestre

Il terzo trimestre è il più pesante in termini di peso, quindi potrebbe essere un po’ difficile rimanere attivi come lo eri nel secondo. Molto probabilmente sperimenterai un po’ di mancanza di respiro ed è più difficile fare cose semplici come sporgersi dal manubrio.

Tuttavia, se hai una bici ibrida in stile olandese, non dovrai sporgerti sullo stomaco. Dovresti anche prendere in considerazione l’acquisto di una bici a due posti con una sella più ampia, soprattutto se hai le emorroidi.

Ancora più importante, se non ti senti all’altezza per qualsiasi motivo, smetti semplicemente di andare in bicicletta per l’ultimo trimestre e riprendilo alcune settimane dopo il parto.

Conclusione

Andare in bicicletta durante la gravidanza non dovrebbe essere scienza missilistica e non è nemmeno necessariamente pericoloso. No, a meno che tu non abbia una condizione medica che ti impedisce di essere attivo.

Altrimenti, osservare i giusti metodi di sicurezza significa che puoi continuare a pedalare fino al terzo trimestre per goderti una gravidanza sana e in forma.

Martina
Martina Voletti

Appassionata di ciclismo su strada e mountain bike, scrivo articoli sul ciclismo (notizie, allenamento, attrezzature, consigli e opinioni) per i nostri lettori. Sono anche una fotografa in erba e ogni volta che esco in bici, cerco di catturare i migliori scatti... con la macchina fotografica.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *