Sei modi in cui Liv contribuisce alla crescita del ciclismo femminile

Valuta post

Liv Cycling è un marchio di biciclette che si rivolge specificamente alle donne in un settore dominato principalmente dagli uomini. Non si limita solo alla creazione di biciclette adatte al corpo femminile, ma promuove anche il ciclismo femminile sia competitivo che ricreativo. Ecco sei modi in cui Liv contribuisce alla crescita del ciclismo femminile:

1. Bici su misura: Liv basa il dimensionamento del telaio, la scelta dei componenti e la messa a punto delle sospensioni delle mountain bike su dati specificamente raccolti dalle donne. Non considera le donne come semplici versioni ridotte degli uomini, ma crea biciclette personalizzate tenendo conto delle diverse caratteristiche e esigenze del corpo femminile. Questo porta a una migliore vestibilità che offre comfort e prestazioni ottimali sin dalla prima pedalata.

2. Atleti professionisti: Liv sponsorizza ciclisti professionisti in diverse discipline, come strada, triathlon, gravel, cross e mountain bike. I team Liv Racing TeqFind e Team Jayco AlUla Women’s WorldTour gareggiano ai massimi livelli, e le biciclette Liv sono presenti in importanti competizioni. Questo dimostra l’impegno di Liv nel supportare le donne nel raggiungimento dei massimi risultati nel ciclismo.

3. Tour de France Femmes: Liv è l’unico marchio di biciclette ad aver collaborato con il Tour de France Femmes, sponsorizzando la maglia bianca per la migliore giovane ciclista. Questo sostiene le donne che competono nel Tour de France Femmes e promuove i talenti emergenti nel ciclismo femminile.

4. Squadra guidata dalle donne: Liv è un’azienda fondata da una donna, Bonnie Tu, che ha creato il marchio dopo aver avuto difficoltà a trovare una bicicletta adatta a sé stessa. Oltre alla fondatrice, ci sono molte altre donne che lavorano come designer, meccaniche e in altri ruoli all’interno del marchio. Questo assicura che Liv comprenda le esigenze delle donne nel ciclismo e produca biciclette che soddisfino tali esigenze.

5. Supporto di base: Liv si impegna a coinvolgere il maggior numero possibile di donne nel ciclismo attraverso iniziative di base. La comunità Liv offre coaching, cliniche, corse, gare ed eventi per creare un ambiente accogliente e inclusivo per tutte le donne. Liv ha anche una vasta rete di ambasciatori che organizzano attività come corse di gruppo e cliniche di abilità per promuovere il ciclismo tra le donne.

6. Guide per principianti: Il sito web di Liv offre una serie di guide pratiche per aiutare le donne a entrare nel mondo del ciclismo. Ci sono guide su come cambiare marcia, fare la manutenzione di base della bicicletta, consigli per il pendolarismo e la sicurezza. Ci sono anche articoli per coloro che sono leggermente più avanzati, che coprono argomenti come l’allenamento indoor, l’entrata nel mountain bike e la guida senza mani.

Questi sono solo alcuni dei modi in cui Liv Cycling sta contribuendo alla crescita del ciclismo femminile. Il marchio si impegna a soddisfare le esigenze delle donne cicliste e a creare un’esperienza migliore per tutte le donne che vogliono pedalare.

Simone Rogini

Appassionato di avventura e sport all'aria aperta. La sua bicicletta, una Graziella modificata e fatta in casa. Una bicicletta versatile che, come il suo proprietario, trascende ogni tipo di attività. Viaggiatore di lungo corso (Parigi-Città del Capo, Great Divide, tour delle Dolomiti...), Simone può anche essere visto sulle strade della pianura Padana con i panni dell'avventuriero urbano. Giornalista e autore, su questo blog condivide le sue esperienze e il suo punto di vista sulle molteplici sfaccettature della cultura ciclistica.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *