Andare in bici in campagna

4 aspetti da prendere in considerazione prima di pianificare un viaggio in bici

Valuta post

Quando si prepara un viaggio in bicicletta, il primo passo è spesso la scelta della destinazione. Per determinare il percorso, tuttavia, ognuno ha il proprio metodo e prepara il proprio itinerario con diversi gradi di dettaglio. Quali sono i diversi fattori da considerare quando si prepara un percorso? Quali sono le diverse opzioni di preparazione, i loro vantaggi e svantaggi?

Iniziamo a illustrare la varietà di possibilità con alcuni esempi di viaggiatori in bicicletta che abbiamo incontrato.

Esempi di preparazione del percorso

Prima del suo viaggio nell’Europa dell’Est, Elvira aveva semplicemente scelto i paesi che voleva attraversare e il suo obiettivo era quello di attraversarne il maggior numero possibile. Non ha scelto la sua destinazione, ma piuttosto la sua direzione. Lì acquistò delle mappe e pianificò il suo viaggio per la giornata. Decise sulla strada quale percorso avrebbe fatto e quali città avrebbe raggiunto. Si fermava quando voleva e poi si organizzava per dormire, per lo più in campeggi selvaggi, ma a volte in ostelli.

Nel suo viaggio dal Belgio alla Svezia e ritorno, Bregt aveva una città di riferimento, Uddebo. Per il resto del suo viaggio, decise ogni giorno il suo percorso sulla strada utilizzando le mappe che trovava negli uffici turistici. Si è fermato quando era stanco e poi si è organizzato per dormire soprattutto nei campeggi selvaggi, o in campeggio.

Per il suo viaggio dalla Germania al Portogallo, Jannis (un viaggiatore tedesco che condivide la sua filosofia di viaggio in una testimonianza) pianifica, man mano, una città di sosta a settimana. Ne approfitta per utilizzare le docce calde per ottenere un alloggio e dormire in un letto, cosa che lo motiva per il resto della settimana. Tra queste città di sosta, si ferma quando vuole, per lo più in campagna, e chiede il permesso di dormire nei giardini o nei campi. La sera preparò il percorso per il giorno successivo con delle mappe.

Durante il loro viaggio sulla costa irlandese, Filibert e Maxime avevano scelto di camminare lungo la costa tra un punto di partenza e uno di arrivo. Avevano pianificato il loro percorso per ogni tappa su Google Maps, andando di campeggio in campeggio. Durante il viaggio, hanno usato mappe 1:250.000 per orientarsi. Avevano programmato tappe lunghe (più di 100 chilometri al giorno), ma sempre con la possibilità di ridurre. Quando non riuscivano a trovare un campeggio, pianificavano le notti in un campeggio selvaggio.

Scopri anche:   Pedalare con stile: la guida definitiva all'acquisto delle migliori scarpe da ciclismo

Quando abbiamo preparato il nostro viaggio in Scandinavia, abbiamo iniziato scegliendo le città che volevamo raggiungere (Copenaghen, Oslo, Stoccolma). Come descritto in questo articolo, abbiamo poi diviso il nostro itinerario per seguire i percorsi EuroVelo 7 e 12, percorrendo circa 50 chilometri al giorno e raggiungendo un campeggio ogni due o tre giorni, mentre il resto delle notti le abbiamo trascorse in un campeggio selvaggio. Avevamo tracciato i percorsi di ogni tappa su Google Maps e stampato i dettagli dei percorsi da usare come mappe.

Nel suo viaggio da Brest a Bordeaux, un cicloviaggiatore che abbiamo ospitato grazie a Warm Showers, stava seguendo un percorso ciclistico, la Vélodyssée. Ha inserito l’itinerario nel suo smartphone, che teneva attaccato allo stelo della bicicletta (è possibile recuperare le tracce GPS del percorso sul sito ufficiale). Per avere una batteria sufficiente per il suo smartphone, ha utilizzato una batteria esterna ad alta capacità. Per ogni tappa, ha cercato di trovare degli host su Warm Showers con qualche giorno di anticipo, oppure è andato in albergo.

4 fattori da considerare quando pianifichi il tuo itinerario

Come puoi vedere, abbiamo scoperto tanti modi per preparare il tuo itinerario quanti sono i viaggiatori. Vediamo ora i diversi fattori da considerare quando pianifichi il tuo itinerario e le diverse possibilità per ognuno di essi.

I luoghi che vuoi attraversare

Pianifica il tuo percorso in base ai tuoi desideri, potresti voler visitare una lista di paesi (come Elvira), una lista di capitali (come noi), dirigerti verso una città o un paese (come Bregt o Janiss) o seguire un percorso (costa di un paese, EuroVélo…).

I tuoi limiti di tempo

Ognuno di noi ha vincoli di tempo diversi, ma ci sono vincoli che ci vengono imposti e vincoli che imponiamo a noi stessi.

Durante il nostro viaggio in Scandinavia, abbiamo avuto più tempo del necessario per il viaggio. Tuttavia, avevamo scelto di prenotare in anticipo il nostro volo Stoccolma-Parigi, il nostro alloggio su Warm Showers e i campeggi dove avremmo dormito. Per avere un maggiore comfort mentale (per essere sicuri di avere spazio nei campeggi, in aereo), abbiamo quindi creato dei vincoli di tempo e perso un po’ di libertà.

Elvira doveva tornare a casa prima che ricominciassero le lezioni, quindi aveva un vincolo di tempo imposto. Tuttavia, per avere maggiore libertà, ha scelto di non prenotare l’aereo in anticipo e di andare il più lontano possibile nel tempo a sua disposizione.

È quindi possibile scegliere di imporsi dei vincoli temporali o di limitarli. La presenza o meno di un vincolo temporale nel tuo viaggio influenzerà quindi fortemente la preparazione delle tue tappe quando ritaglierai il tuo viaggio.

Scopri anche:   FTP: la chiave di accesso al mondo digitale

Preparare le tappe

Esistono diverse filosofie per suddividere il tuo percorso. Puoi scegliere di preparare ogni tappa in anticipo, il che ti permetterà di sapere dove andrai a dormire (campeggio, hotel, gite, docce calde, bosco…). Puoi scegliere di preparare il tuo itinerario in viaggio, decidendo ogni giorno dove andare durante la giornata o il giorno successivo, per poi fermarti quando vuoi o quando è disponibile un piano di alloggio.

Se pianifichi le tue tappe in anticipo, avrai più possibilità di dormire in strutture (campeggio, hotel, gite, docce calde…), ma avrai meno libertà rispetto a chi sceglie il percorso giorno per giorno. Esiste anche una soluzione intermedia, quella di preparare gradualmente i tuoi piani di riposo per i giorni a venire e poter così dormire in strutture mantenendo la possibilità di adattare le tappe del tuo viaggio.

Scegliere il proprio mezzo di orientamento

Oltre all’itinerario, devi pensare anche a come lo seguirai! Anche in questo caso ci sono molte possibilità. Come abbiamo fatto noi durante il nostro primo viaggio, puoi stampare le mappe di Google dettagliate dei tuoi percorsi. Puoi anche acquistare le mappe in anticipo, come Filibert e Maxime, o prenderle sul posto, come Elvira, Bregt o Janiss.

Puoi anche usare uno smartphone o un GPS per trovare la strada. Se scegli quest’ultima soluzione, ti consigliamo di prevedere il problema della ricarica del dispositivo, ma molte soluzioni sono a tua disposizione: batteria esterna, sensori solari, reception dei campeggi, host di docce calde…

4 fattori da considerare prima di pianificare il tuo itinerario

  • I luoghi che vuoi attraversare: Elenco di paesi, città di destinazione, elenco di città, pedalare lungo una costa, seguire un percorso ciclistico. Ci sono molte possibilità.
  • I tuoi vincoli di tempo: puoi scegliere di imporre a te stesso dei vincoli di tempo o di limitarli.
  • Prepara le tappe: Preparare in anticipo le soluzioni di alloggio o di trasporto offre un maggiore comfort mentale, ma una minore libertà.
  • Scegliere il percorso: puoi pianificarlo in anticipo (acquistando mappe, stampando il percorso, inserendo un percorso in un GPS) o trovarlo sul posto (prendendo le mappe mentre vai, seguendo i cartelli).

Se ti è piaciuto questo articolo o se hai qualche commento da fare, sentiti libero di commentare qui sotto…

Martina
Martina Voletti

Appassionata di ciclismo su strada e mountain bike, scrivo articoli sul ciclismo (notizie, allenamento, attrezzature, consigli e opinioni) per i nostri lettori. Sono anche una fotografa in erba e ogni volta che esco in bici, cerco di catturare i migliori scatti... con la macchina fotografica.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *